Azioni di potenziamento delle competenze STEM e multilinguistiche (DM 65/2023)

Investimento 3.1: Nuove competenze e nuovi linguaggi

Avatar utente

Personale scolastico

Docente

0

L’investimento 3.1 “Nuove competenze e nuovi linguaggi” della Missione 4 – Componente 1 del PNRR ha il duplice obiettivo di promuovere l’integrazione, all’interno dei curricula di tutti i cicli scolastici, di attività, metodologie e contenuti volti a sviluppare le competenze STEM, digitali e di innovazione, e di potenziare le competenze multilinguistiche di studenti e insegnanti.

Nell’ambito di questo investimento, l’Istituto A. Rosmini ha presentato il progetto Cittadini protagonisti del futuro (codice M4C1I3.1-2023-1143-P-35273).

La finalità del progetto è favorire lo sviluppo di cittadini consapevoli non solo del proprio essere individui, ma anche dell’essere parte di una città, di una Nazione, di un pianeta, affinché siano in grado di re-indirizzare il proprio agire quotidiano verso la sostenibilità, già a partire dal momento presente. Lo sfondo integratore, il compito di realtà, è l’ideazione di una città innovativa e sostenibile, partendo dai bisogni dei bambini e dei ragazzi e da quelli della comunità in cui vivono.

Il progetto si articola in percorsi diversificati, per rispondere in maniera efficace ai bisogni degli alunni e dei docenti, e strutturati per garantire pari opportunità e parità di genere.

L’obiettivo prioritario delle attività destinate agli alunni è sviluppare le competenze STEM e linguistiche: pensiero critico, capacità di collaborazione, creatività e competenze digitali, imprescindibili per affrontare in modo efficace le sfide di una realtà complessa e in costante mutamento. Inoltre, per gli alunni della Scuola secondaria sono previsti percorsi di orientamento agli studi volti a stimolare l’interesse per le discipline STEM in collaborazione con le famiglie. Per accendere la curiosità dei bambini e dei ragazzi per le materie STEM, la Scuola si attiverà per coinvolgere nei percorsi di orientamento formatori e formatrici per portare la propria esperienza nel mondo della scienza. In particolare, la figura della giovane formatrice consentirà alle ragazze di confrontarsi, condividere, incuriosirsi e contribuirà al superamento degli stereotipi di genere.

Le attività saranno realizzate principalmente dai docenti interni, in orario curricolare per l’Infanzia e la Primaria e in orario extracurricolare per la Secondaria.

Per quanto riguarda i docenti, l’obiettivo dei percorsi è il potenziamento delle competenze linguistiche e metodologiche per l’insegnamento delle discipline secondo la metodologia CLIL.

Sono previste azioni di monitoraggio e di autovalutazione dei percorsi formativi.

Documenti

Circolari, notizie, eventi correlati